Guida Naturalistica Abilitata AIGAE LO570

Da Fanciullo

Sin da quando ne ho memoria, la natura ha rappresentato una parte importante del mio essere. Da bambino ero patito di vulcani e rimanevo estasiato dal rosso ardente delle fontane di lava o dai rombi apocalittici delle esplosioni piroclastiche; come ogni bambino, all’epoca avevo i miei “idoli”: i coniugi Krafft, pionieri della vulcanologia documentaristica. Grazie alle loro straordinarie immagini, fui spronato a voler indagare il mondo naturale con quello stupendo mezzo che è la macchina fotografica.

Da allora i miei interessi si sono ampliati: letteralmente drogato dai documentari di David Attenborough e Piero Angela, mi interessai ad ogni aspetto delle scienze naturali. Venne, poi, l’astronomia! Passione che ebbi modo di coltivare con grande intensità a fianco del Prof. e Maestro Salvatore Furia, presso la Cittadella di Scienze della Natura di Campo dei Fiori (VA). Grazie alla sua incredibile passione, mi si aprì un mondo di bellezza davanti ed imparai a guarda la natura con occhi nuovi; in particolare Prof (come lo chiamavamo noi ragazzi) mi fece capire le incredibili e nascoste connessioni che esistono tra tutti gli essere viventi, persino tra noi e le stelle.

Tutto ciò ebbe grande influenza sui miei studi: da prima mi diplomai in agraria (mi è sempre piaciuto coltivare) e proseguii con la laurea triennale in scienze agrarie. Tuttavia, non ero soddisfatto di come in università era inquadrato l’ambiente naturale: ha detta di gran parte dei professori “la natura esiste per essere assoggettata all’uomo”. Visione assai primitiva e antropocentrica che mi indusse a seguire i miei sogni di bambino. Abbandonai  agraria e presi una laurea magistrale in Scienze Naturali. Da allora il mio interesse è in continua crescita: rocce, insetti, piante, stelle tutto fonte di curiosità e scoperta.

Oggi

Era tale la mia meraviglia verso la natura che sentivo la necessità, nonché il dovere, di raccontare alle persone quanto sia straordinario il mondo reale che ci circonda (non quello virtuale e artificiale in cui viviamo il quotidiano) e quanto sia importante lottare per preservarlo dal capriccio infantile e distruttivo dell’umanità. A tal scopo mi dedico  di Educazione Ambientale con Lipu, alla divulgazione scientifica con l’Associazione Astronomica M42 e collaboro con diversi professionisti nel settore dell’escursionismo ambientale.

La macchina fotografica, intanto, è sempre con me, in ogni escursione. Ad oggi mi sto dedicando con particolare interesse alla fotografia paesaggistica in bianco e nero e alla macro. 

Condividi